Tutti gli articoli di Alessandro Saetta Vinci

Arrivederci e grazie, Bernie. Ora la F1 è “libera”

Lo sport è molto più che sport, è denaro!
Liberty media, la società che gestirà la F1, sembra avere idee chiare su come riaccendere la passione dei tifosi di motori.
E nessuno sa spettacolarizzare come gli americani.

F1

Il calcio, così come molti altri sport, è un veicolo.
Lo hanno capito gli arabi, lo hanno capito i cinesi, lo hanno capito gli americani. C’è chi lo nega, un po’ per essere snob, un po’ forse per genuina antipatia verso questo sport in cui “22 scemi in mutande corrono dietro a un pallone”.

Immaginate cosa sarebbe Barcellona senza l’FC Barcelona, ‘Més que un club’, lo si legge a caratteri cubitali al Camp Nou (in catalano e non F1in spagnolo, attenzione) ed è così, molto più che un club, le code chilometriche di persone in fila per accedere al museo e farsi un selfie sulle tribune sembrano quasi più dense di quelle fuori dalla Sagrada Familia.
Immaginate Madrid senza il Real Madrid, anzi no aspettate, immaginate Manchester senza il Manchester City e soprattutto il Manchester United.
La cittadina di Leicester, East Midlands dell’Inghilterra, ha registrato boom turistici senza precedenti nel 2015 e nel 2016, con un indotto per il 2015 di £ 1,7 miliardi, e indovinate un po’?
Gran parte del merito va alla cavalcata trionfale del Leicester City in Premier League. Continua la lettura di Arrivederci e grazie, Bernie. Ora la F1 è “libera”

Top Marques, Monte Carlo. E la parte errata della barricata

Per il terzo anno di fila ero presente (sia come blogger individuale che come corrispondente per la rivista cartacea) al Top Marques come “press”, stampa. Se ci sei come stampa, sei dalla parte sbagliata della barricata. Ma meglio che non esserci per niente. 

Ok. Siamo onesti.
La verità è che Internet ha dato voce a tante persone la cui opinione è a spesso stupida e quasi sempre irrilevante, ha dato spazio a top marquesincapaci e visibilità a inetti.
Per ogni musicista, attore, videomaker o scrittore bravo emerso grazie alla rete ce ne sono centomila che non hanno né talento né capacità e occupano spazio che magari meriterebbe qualcun altro.
Non è finita qua.
Internet ha creato la disinformazione.
Tonnellate su tonnellate di link e articoli completamente errati e deliberatamente fuorvianti che vengono però ritenuti credibili da orde di utenti che “l’ho visto su Facebook allora è vero”. Continua la lettura di Top Marques, Monte Carlo. E la parte errata della barricata

Impianti audio moderni, e se tornasse la semplicità?

Fade è una canzone che probabilmente non avete mai ascoltato, di una band che si chiama Staind ,che probabilmente non conoscete. Ecco perché sono rimasto sorpreso e contento quando, l’altro giorno, un qualche DJ evidentemente in gamba ha deciso di passarla sull’unica radio che ascolto in Italia, a parte quelle sportive.

La sorpresa si è presto trasformata in furia cieca quando impianti audio moderniall’improvviso, e senza il mio consenso, la canzone è stata interrotta da una trasmissione sui dati del traffico in cui un uomo con la voce fastidiosa annunciava una coda di un paio di chilometri sulla A14, tra Loreto e Civitanova Marche, per il ribaltamento di un tir che portava un carico di tessuti proveniente da Filottrano. Continua la lettura di Impianti audio moderni, e se tornasse la semplicità?

Lycan e UAE, alla fine vinciamo noi

La geografia è cambiata. Anche quella automobilistica. Ma almeno nel mondo auto, siamo ancora in grado di dare un bel po’ di sberle.

Negli ultimi 20 o 30 anni sono cambiate le dinamiche del mondo. Prendete gli sport, prendete il calcio per esempio. La gerarchia è lykan hypersportlcambiata.
Prima c’erano proprietario, presidente, dirigenti, allenatore e giocatori. I soldi partivano dal primo e confluivano, con variabili sulle cifre, verso gli ultimi.
Oggi il mondo funziona al contrario. Ci sono atleti che finiscono col contare più delle squadre in cui tecnicamente sono degli impiegati. La bellezza del marketing.
Esempi? L’immagine di Cristiano Ronaldo, Lionel Messi e Zlatan Ibrahimović è più potente e quasi più commerciabile di quella dei loro club di appartenenza.
Cristiano Ronaldo ha 108 milioni di fans su Facebook, il Real Madrid si ferma a circa 86. Continua la lettura di Lycan e UAE, alla fine vinciamo noi